.
Annunci online

fuorivista
cinema
21 maggio 2010
Il sogno della rosa

24 maggio ore 18,00Ingresso Libero 

BIBLIOTECA DELLEDONNE - VIA DEL PIOMBO 5 BOLOGNA

FUORIVISTA CINEMA EMULTIMEDIA www.fuorivista.eu

 

IL SOGNO DELLA ROSA:
Alida Valli e il percorso emblematico di un'attrice non convenzionale, tra artee società.

Ne parlano insieme a Fabio Matteuzzi e SaraFiori della redazione di Fuorivista, Cristina Bragaglia, docentedi Cinema e Letteratura Dip. Italianistica Unibo, Cinzia Venturoli Dip.Discipline Storiche Unibo e coautrice della pubblicazione “Donne al lavoro:un’identità difficile”.

Partecipa all’iniziativa Simone Bachini di AranciaFilm (Produttore de L’uomo che verrà) che ritira anche la rosadedicata ad Alida Valli (dal maestro giardiniere Carlo Pagani diFlora 2000) per consegnarla alla giovanissima attrice Greta ZuccheriMontanari (Vincitrice del Premio Alida Valli miglior attriceesordiente al Bif&St 2010).

cinema
13 aprile 2010
Dedicato ad Alida Valli

Nel contesto di PRIMAVERANDA 2010 a Budrio (Bologna), Fuorivista Cinema e Multimedia propone alcune iniziative culturali intese a ricordare e diffondere la conoscenza di una grande artista internazionale, Alida Valli (che abitò molti anni a Budrio, in Provincia di Bologna) paragonando la sua celebre bellezza e qualità artistica a una rosa profumata. Verrà dunque dedicato un fiore dal maestro giardiniere Carlo Pagani - una rosa ottocentesca particolarmente rossa e profumata ad Alida Valli - per sottolinearne il fascino (anche in considerazione della canzone “Ma l’amore no... L’amore mio non può, disperdersi nel vento, con le rose...” presente nel celebre film (1942) di Mario Mattòli, “Stasera niente di nuovo”) e per ricordare una donna che nella sua lunga carriera ha seguito un percorso non convenzionale e certamente rappresentativo (grazie alla varietà dei ruoli interpretati) del cambiamento e dell’evoluzione della figura femminile nella societàInfo: www.fuorivista.eu  051 374327

 

BUDRIO, 21 APRILE 2010 ORE 20,30 BIBLIOTECA COMUNALE VIA GARIBALDI 39, BUDRIO (BO)“Ma l’amore…no” IL SOGNO DELLA ROSA E L’ANIMA DELLA VEGETAZIONE SACRA - Simboli, Miti e Tradizioni, dall’antichità al contemporaneo (Arte, musica, letteratura, poesia, scienza, mass media). Ne parlano con Fuorivista, il Laboratorio Perm. Studi sullo Sciamanesimo (Unibo) e Paola Goretti, antichista e storica del costume.

BUDRIO, 26 APRILE 2010 ORE 21,00 TORRI DELL’ACQUA, VIA BENNI 1, BUDRIO (BO). “Ma l’amore… no”. Proiezione del film “STASERA NIENTE DI NUOVO” di Mario Mattòli (1942), con Alida Valli. Ne parlano con Fuorivista (Sara FIori e Fabio Matteuzzi) in ricordo di Alida Valli e Mario Mattòli, il regista e attore Pier Paolo De Mejo, nipote dell’attrice e i critici Piero Di Domenico e Steve Della Casa.

BUDRIO, 5 MAGGIO 2010 ORE 20,30 BIBLIOTECA COMUNALE VIA GARIBALDI 39, BUDRIO (BO). “Ma l’Italia... sì” RISORGIMENTO E CINEMA, protagonista Alida Valli. Ne parlano con Fuorivista, lo storico Prof. Alberto Preti (Unibo), Fabio Matteuzzi e Sara Fiori. Momenti scelti da: “Senso” di Luchino Visconti; “Piccolo Mondo Antico” di Mario Soldati; “Oltre l’amore” di Carmine Gallone. 


BUDRIO, 25 APRILE 2010, ORE 17,00 PRESSO GARDEN CENTRE FLORA 2000 DI BUDRIO (BO). Saluto delle Autorità e dedica del maestro giardiniere Carlo Pagani di una ROSA ROSSA ad Alida Valli, in compagnia del regista e attore, Pier Paolo De Mejo, nipote di Alida Valli.


cinema
11 marzo 2009
Alida Valli: il senso dell'attrice
Alida Valli è stata un’attrice che ha attraversato una buona parte del cinema italiano, e non solo, dagli anni Trenta fino ai primi anni del nostro secolo. Arrivata al successo ancora giovanissima ha lavorato con più generazioni di registi e attori. Soprattutto si è confrontata con personaggi e con generi assai differenti. Dal cinema dei «telefoni bianchi» ai ruoli drammatici, dal melodramma al noir, dalla commedia all’horror, ha avuto il coraggio di affrontare sempre nuove prove ed esperienze, non limitandosi peraltro al cinema ma lavorando anche in ambito teatrale. Si tratta dunque di un’attrice multiforme, diva e nello stesso tempo antidiva, capace di dare spazio al personaggio, facendone scaturire una personalità senza imporre caratterizzazioni o clichéesinterpretativi.
La retrospettiva e la giornata di studi intendono allora ripercorrere alcune fasi della carriera di una attrice che, nonostante il successo e la popolarità, rischia di non essere adeguatamente ricordata. Proprio l’estrema eterogeneità in cui ci imbattiamo, ripercorrendo la sua carriera, scorrendo la sua filmografia, è uno stimolo importante per un percorso critico. Il repentino passaggio dalla leggerezza dei personaggi delle commedie degli anni Trenta al dramma, avvenuto grazie a Piccolo mondo antico per la regia di Mario Soldati, fu solo il primo di una serie infinita di scarti che l’hanno portata a lavorare sia in Italia sia all’estero (compresa l’esperienza statunitense e la improvvisa e clamorosa rottura) con registi quali il già ricordato Soldati, Mattoli, Camerini, Reed, Hitchcock, Allegret, Visconti, Giuseppe e Bernardo Bertolucci, Antonioni, Clément, Pontecorvo, Argento, Chabrol, Pasolini, Zurlini e tanti altri.
Un panorama talmente ricco da disorientare. Affrontare quanto ci ha lasciato la Valli è dunque una sfida che già in partenza rifugge da qualsiasi tentazione volta all’omogeneizzazione, o al tentativo di trovare chiavi di lettura buone una volta per tutte.


12 marzo 2009 ore 16
Laboratori DMS - via Azzo Gardino 65/a (Bologna)
tavola rotonda a cura di Fabio Matteuzzi
intervengono:
Pierpaolo De Mejo (regista di Come diventai Alida Valli)
Francesco Pitassio (Università di Udine)
Cristina Bragaglia Giacomo Manzoli (Università di Bologna)
Piero Di Domenico (Corriere della Sera)
Sara Fiori, Fabio Matteuzzi (Fuorivista)

la rassegna cinematografica si terrà presso la Cineteca di Bologna con la collaborazione di Luisa Ceretto
le date e titoli, in via di definizione, saranno consultabili su: www.cineteca.it e www.muspe.unibo.it/soffitta 


Alida Valli

Alida Valli: il senso dell'attrice è all'interno della stagione del Centro La Soffitta, il programma di cinema è curato da Michele Fadda

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

registi

attori e altri artisti

 
 
Blog
 

voglio scendere

 

Fondazioni e centri studi

 
 
 
 



IL CANNOCCHIALE